21 Ottobre 2020
news
percorso: Home > news > Bra

I veterani a Bra per lanciare e sostenere il baskin

11-03-2011 08:54 - Bra
L´unione Vetarani dello Sport, tramite la sua Sezione di Bra, ha voluto partecipare ed attivamente collaborare a Bra ad un importante incontro operativo ed organizzativo con i responsabili a livello nazionale di un nuovo sport, il Baskin ( basket integrato), a latere di un torneo dello stesso sport organizzato dalla Associazione braidese Sportiamo che nell´occasione ha ospitato le compagini di Aosta, Dormelletto e Rho. Alla riunione hanno partecipato, oltre agli Assessori allo Sport ed alle Politiche Sociali della città di Bra e di Casale Monferrato, anche i dirigenti nazionali del baskin di Cremona, dove questo sport è nato soltanto sette anni fa, la responsabile regionale del baskin Maria Grazia Racca, i referenti della Federazione Italiana Pallacanestro, del Miur, il Delegato Regionale di Piemonte e Valle d´Aosta Andrea Desana, il Presidente della Sezione di Asti Paolo Cavaglià e Guido Cometto Presidente della Sezione di Cuneo con Aime ed il Delegato Regionale della Liguria dei Veterani dello Sport Piero Lorenzelli, alcuni dirigenti scolastici ed il responsabile regionale del CIP, ovvero del Comitato Internazionale Paralimpico, all´interno del quale questo sport, rivolto in egual misura a normodotati ed a disabili, sta per essere inquadrato. Questo nuovo sport, appunto basket integrato, si ispira al basket ma ha caratteristiche speciali e per alcuni versi geniali poiché permette a giovani normodotati ma con differenti capacità tecniche specifiche e, nel contempo, a giovani con varie disabilità sia fisiche che mentali di giocare nella stessa squadra ( composta sia da ragazzi che da ragazze !). E´ emerso con evidenza prima dal campo di gara, un normale campo per il basket con l´aggiunta di due canestri a metà campo con apposite lunette per il tiro, dove l´entusiasmo di tutti era contagioso e poi nell´ambito dell´incontro che con questa impostazione si mette in discussione la rigida struttura degli sport ufficiali e, inserita nella scuola, diventa un vero e proprio laboratorio di società. Le dieci regole del baskin valorizzano il contributo di ogni ragazza o ragazzo all´interno della squadra: infatti il successo comune dipende realmente da tutti, superando nel contempo la spontanea tendenza ad un atteggiamento "assistenziale" a volte presente nelle proposte di attività fisiche per persone disabili. Anche i normodotati devono sviluppare nuove capacità di comunicazione condividendo obiettivi sportivi con i ragazzi disabili permettendo loro di apprezzare le ricchezze e le capacità che la diversità porta in se. Risultato: enorme aumento dell´autostima per tutti componenti della squadra.

.

( AD )

Realizzazione siti web www.sitoper.it
Il prodotto è stato inserito nel carrello

continua lo shopping
vai alla cassa
close
Richiedi il prodotto
Inserisci il tuo indirizzo email per essere avvisato quando il prodotto tornerà disponibile.



Richiesta disponibilità inviata
Richiesta disponibilità non inviata
close
ACCEDI

NON SONO REGISTRATO

crea account